standard-title Associazione Adelphoi Vincenzo Morelli e lo storico Emporio di Michele "La stoppa"

Associazione Adelphoi

Vincenzo Morelli e lo storico Emporio di Michele "La stoppa"

L’ associazione ONLUS Adelphoi nasce dal reale bisogno di arginare le devianze giovanili. “Occuparsi dei giovani è una mission fondamentale e ardua perchè saranno loro i dirigenti del domani e… bisogna cercare in tutti i modi di integrarli in modo sano all’interno della società affinché possano essere di esempio per gli altri domani.”

Così parla Sabrina Caserta, presidente dell’Adelphoi.

“All’associazione possono aderire tutti quelli che concretamente, per spirito di volontariato e solo con questo spirito, possono interagire con i giovani e vivere con loro e per loro, cooperando in modo sinergico al fine di farli sentire amati e spronati rendendoli protagonisti all’interno dell’attività teatrale. Il teatro è vita, è cultura e il progetto teatrale è finalizzato al recupero di situazioni di grave disagio e all’inserimento sociale delle fasce svantaggiate della comunità locale.”

A proposito di teatro, stupiti dal grande evento “La Sera Dei Lanternoni” messo in scena domenica 7 febbraio in p.zza San Francesco, le abbiamo chiesto cosa ha spinto l’Adelphoi a mettere in scena questo spettacolo.

“L’ esigenza reale alla base dell’evento teatrale “LA SERA DEI LANTERNONI”, farsa carnascialesca, era far vivere con gioia e semplicità il carnevale ai ragazzi che hanno aderito a tale progetto promosso dall’associazione. La loro voglia di vivere e giocare ma, soprattutto, di cimentarsi in un progetto teatrale, ha fatto sì che dessero il meglio di se stessi nella rappresentazione. Sono riusciti a coinvolgere il pubblico, facendosi ammirare e apprezzare per la loro semplicità e bravura, sfidando anche le intemperie del tempo.”

Ma in che modo la popolazione materana può sostenere la vostra ONLUS?

“Il cittadino può aiutare l’associazione innanzitutto integrandosi all’interno di essa, poi segnalando i vari casi di devianza, sia essa psicologica, economica, o di altra natura..sia per cercare di arginare il fenomeno della dispersione scolastica, contro cui spesso siamo chiamati a lottare, sia per il recupero sociale dei giovani disagiati e disadattati.”

Le altre storie della città

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi