standard-title Musei

Musei

palazzo-lanfranchi

Museo Nazionale d’Arte Medievale e Moderna della Basilicata

Museo-Ridola

Museo Archeologico Nazionale Domenico Ridola

MUSMA

MUSMA Museo della Scultura Contemporanea Matera

museocontadino

Museo Laboratorio della Civiltà Contadina

Mostra - Museo "Sassi in Miniatura"

Mostra – Museo “Sassi in Miniatura”

Museo Nazionale di Arte Medievale e Moderna della Basilicata

palazzo-lanfranchi

Ospitato nel seicentesco Palazzo Lanfranchi, nella centralissima Piazza Pascoli, il Museo di Arte Medievale e Moderna offre al visitatore quattro percorsi permanenti, oltre a un nutrito programma di mostre temporanee.

La preziosa collezione di arte sacra della Basilicata è composta da quadri, sculture in pietra e in legno, argenti e affreschi di varie epoche provenienti da tutto il territorio regionale.

La collezione D’Errico comprende settanta pregevoli dipinti di autori meridionali operanti fra il XVII e il XVIII secolo e appartenenti principalmente alla Scuola Napoletana, come Giovan Battista Ruoppolo, Francesco De Mura, Mattia Preti, Luca Giordano, Abraham Bruegel.

Il percorso contemporaneo è dedicato ai lavori di Carlo Levi, del pittore materano Luigi Guerricchio e dell’artista lucano Rocco Molinari.

Di notevole rilevanza, la raccolta delle opere di Carlo Levi rappresenta la testimonianza della profonda relazione fra l’intellettuale torinese e il popolo lucano, dal confino ad Aliano (MT), imposto dal regime fascista, fino alla sua morte nel 1975. Vi si possono ammirare quadri, opere grafiche e disegni; da non perdere il celebre Lucania 61, enorme dipinto commissionato per rappresentare la Basilicata alla Mostra delle Regioni allestita a Torino per le celebrazioni del centenario dell’Unità d’Italia.

La sezione demo antropologica è costituita invece da una collezione di oggetti della cultura materiale lucana.

Di interesse non trascurabile la struttura fisica del museo. Costruito nella seconda metà del XVII secolo come seminario per volere del vescovo Vincenzo Lanfranchi, il Palazzo ingloba la preesistente chiesa del Carmine e si impone subito come punto di riferimento fra gli edifici del rione del Piano, allora in espansione. Oltre alla scenografica facciata e ai ben conservati ambienti interni, si può osservare il chiostro ornato da una meridiana e da busti in pietra raffiguranti il conte Malvinni Malvezzi e gli alti prelati che a vario titolo contribuirono all’opera.

Indirizzo e contatti: Palazzo Lanfranchi, piazza Giovanni Pascoli, 1, Matera. Tel.0835 256211

 

Museo Archeologico Nazionale “Domenico Ridola”

Museo-Ridola_Matera-1_1991

Situato in una delle più antiche strade del Piano, nei locali un tempo occupati dal convento di Santa Chiara, il Museo Archeologico “Ridola” è stato il primo museo lucano ad aprire i battenti, risale infatti al 1911.

Per i visitatori rappresenta una tappa fondamentale per avere un’idea della profondità della storia di Matera, abitata ininterrottamente dall’epoca preistorica ad oggi.

Vi si possono ammirare reperti risalenti all’Età Paleolitica, Neolitica, del Ferro e del Bronzo, fra cui armi, corredi tombali, ceramiche, nonché gli allestimenti di antiche soluzioni abitative. Ricca e interessante anche la sezione dedicata ai vasi della Magna Grecia lucana e ai manufatti di età arcaica e romana.

Indirizzo e contatti: via Ridola, 24, Matera. Tel. 0835 310058.

 

MUSMA

MUSMA

La collezione del MUSMA, Museo della Scultura Contemporanea di Matera, ospita circa quattrocento opere di artisti italiani e internazionali e abbraccia un periodo storico che va dalla fine del XIX secolo ad oggi. Nelle sue sale è possibile ammirare sculture, multipli, ceramiche, gioielli, medaglie, incisioni, disegni, libri d’arte. Da Medardo Rosso ad Arturo Martini, da Duilio Cambellotti a Kengiro Azuma, passando per Libero Andreotti, Piero Consagra, Emilio Isgrò, Fausto Melotti, Mimmo Paladino, Arnaldo Pomodoro, Antonietta Raphaël , Andrea Cascella, Sebastian Matta, la lista dei nomi è ricca e piena di sorprese.

Ma la peculiarità del MUSMA è quella di mostrare sculture nella scultura: buona parte degli allestimenti, infatti, è situata in affascinanti strutture ipogee, dove si instaura un suggestivo gioco di rimandi fra opere e ambiente.

Il cinquecentesco Palazzo Pomarici, sede del museo, merita in sé una visita. Comunemente noto come “Casa delle Cento Stanze”, si estende su una superficie di quasi 3000 mq ai margini della Civita, con una superba vista sui Sassi e sulla Murgia. Oltre alle già citate grotte, comprende alcuni ambienti decorati con pitture murali di soggetto bucolico e venatorio (Sale della Caccia), un salone delle feste, diversi cortili, appartamenti e cucine.

Il MUSMA offre la possibilità di usufruire di interessanti visite guidate, nonché un corposo e originale programma di invito all’arte per bambini e ragazzi di ogni età e scolaresche, basato su un approccio ludico e interattivo.

Indirizzo e contatti: Palazzo Pomarici, via San Giacomo (Sasso Caveoso), Matera. Tel. 0835 330582. E-mail: info@musma.it.

 

Museo Laboratorio della Civiltà Contadina

Ingresso_museo_laboratorio_della_civiltà_contadina_matera

Il Museo Laboratorio della Civiltà Contadina, creato e gestito dall’omonima associazione, si propone di documentare, illustrare, custodire e trasmettere la memoria della vita quotidiana nei Sassi prima dello sfollamento. Nel suo genere è uno dei più grandi musei italiani.

Ha sede in un antico lamione del Sasso Barisano risalente al XVI secolo e si estende in una serie di grotte collegate tra loro. Visitandolo si possono conoscere gli ambienti domestici, di lavoro e di svago degli abitanti degli antichi rioni, dall’unica stanza soppalcata che costituiva l’abitazione di una numerosa famiglia alle botteghe al ciddaro, la cantina dove gli uomini si riunivano per giocare a carte e bere vino, accompagnato da ceci arrostiti, taralli e finocchio. Ampio spazio è dedicato ai mestieri tradizionali: con un sorprendente salto nel tempo è possibile scoprire i laboratori e gli strumenti originali del mastro d’ascia, del calderaio, del conciapelli, del vasaio e di molti altri artigiani, ricostruiti in minuziosi allestimenti con attenzione filologica e con l’aiuto di anziani testimoni. Completano l’esposizione percorsi tematici dedicati all’infanzia, al brigantaggio e al rapporto del mondo contadino con la Chiesa.

Il museo ha inoltre avviato attività di laboratorio, volte a trasmettere alle giovani generazioni antiche pratiche artigiane, come la decorazione della ceramica e la lavorazione di argilla e legno.

Indirizzo e contatti: via San Giovanni Vecchio, 60, Matera. Tel: 0835 344057 – 328 61113454. E-mail: info@museolaboratorio.it.

 

Mostra – Museo “Sassi in Miniatura”

sassi-in-miniatura

I Sassi in Miniatura Immersi nel cuore dei Sassi, con la loro struttura disposta su un piano di 12 metri quadri e dal peso di 35 quintali è l’opera ideale per scoprire la città dei sassi in una miniatura unica al mondo. I Sassi in Miniatura sono nati dall’opera abile delle mani di Eustachio Rizzi. Costruito nel maggio del 1996 lavorando costantemente per tre lunghi anni oggi noi abbiamo la possibilità di ammirare quest’opera in tutta la sua bellezza e in tutto il suo fascino. L’Artista Eustachio Rizzi nei locali di via fiorentini, 82 nel Sasso Barisano lavora ed espone le sue molteplici creazioni ed opere uniche realizzate in tufo.

Via Fiorentini, 82 – Matera, Sasso Barisano
Aperto Tutti i Giorni dal Lunedì alla Domenica 
ESTIVO ( Aprile – Ottobre) dalle 8:30 alle 21:00
INVERNALE ( Novembre – Marzo) dalle 8:30 alle 19:00

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi